Addetto al Primo Soccorso

Addetto al Primo Soccorso

Addetto al Primo Soccorso

Corso di formazione per il ruolo di Addetto al Primo Soccorso, figura di vitale importanza per qualsiasi azienda
Non è in vendita online

Descrizione

L’addetto al primo soccorso è una delle figure obbligatorie in azienda previste dal Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro (DLgs 81/08). La normativa che dà indicazioni circa il servizio di primo soccorso è il DM 388/03, nel quale vengono descritte la classificazione delle aziende, le attrezzature che il datore di lavoro deve garantire, i requisiti e la formazione obbligatori per gli addetti al primo soccorso in azienda.
Nel DLgs 81/08 è l’art. 45 a descrivere il servizio di primo soccorso

Art. 45 (Primo soccorso)

  1. Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle dimensioni dell’azienda o della unità produttiva, sentito il medico competente ove nominato, prende i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza, tenendo conto delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati.
  2. Le caratteristiche minime delle attrezzature di primo soccorso, i requisiti del personale addetto e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell’attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio sono individuati dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 e dai successivi decreti ministeriali di adeguamento acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.
  3. Con appositi decreti ministeriali, acquisito il parere della Conferenza permanente, acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, vengono definite le modalità di applicazione in ambito ferroviario del decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 e successive modificazioni.

Formazione addetto al primo soccorso

Il datore di lavoro nomina gli addetti al primo soccorso, in un numero congruo in base al numero di dipendenti, grado di rischio, turnazioni e struttura. Una volta nominati deve garantire loro un’adeguata formazione per addetti al primo soccorso, di durata variabile a seconda del tipo di azienda:

  • Corso di 12 ore per le aziende di gruppo B e C al costo di 220€ (Gruppo B – aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A; Gruppo C – aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
  • Corsi di 16 ore per le aziende del gruppo A al costo di 260€

Durante il corso verranno affrontate tutte le tematiche necessarie all’addetto per lo svolgimento dei suoi compiti all’interno dell’azienda. Ogni 3 anni la formazione per il primo soccorso andrà aggiornata con un corso di 6 ore per il gruppo A e di 4 ore per i gruppi B e C.

Compiti addetto al primo soccorso

Essenzialmente i compiti dell’addetto al primo soccorso riguardano la gestione delle emergenze. Principalmente l’addetto al primo soccorso deve saper comunicare con gli organi preposti alla gestione delle emergenze, come il 118. Motivo per cui deve:

  • saper riconoscere un’emergenza sanitaria
  • essere in grado di raccogliere informazioni sull’infortunio
  • riconoscere e prevenire pericoli evidenti e probabili post-trauma
  • saper accertare le condizioni psico-fisiche del lavoratore che ha subito l’infortunio
  • attuare gli interventi di primo soccorso
  • conoscere i rischi specifici dell’attività svolta
  • conoscere patologie relative al luogo di lavoro
  • conoscere le modalità di allerta del sistema di soccorso

 

Scheda Tecnica

ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO: LA DEFINIZIONE
La figura dell'Addetto al Primo Soccorso rientra a pieno titolo nell'ampio panorama della Gestione delle Emergeneze all'interno di un ambiente di lavoro. L'Addetto al Primo Soccorso può essere definito come il lavoratore preventivamente designato a compiere un insieme di azioni e interventi (pur non avendo qualifica medica) che hanno il fine di preservare la vita dell'infortunato, in attesa dell'arrivo di personale più qualificato.

DIFFERENZA TRA PRIMO SOCCORSO E PRONTO SOCCORSO
Una disambiguazione: benché i termini Pronto Soccorso e Primo Soccorso suonino molto simili, nella realtà per contenuti e formazione degli Addetti Primo Soccorso sono piuttosto lontani. Differenza che è stata anche rimarcata dal Coordinameto tencico delle Regioni, mediante i primi indirizzi applicativi sul DM. 388/2003, in data 10 Gennaio 2005.
Il documento lamenta l'utilizzo inappropriato dei termini "pronto soccorso" ed "assistenza medica d'emergenza", genericamente utilizzati nella normativa dell'epoca (art.15 D.Lvo 626/94 e D.M. 388/03.ndr.). L'Atto rimarca che il "Pronto Soccorso Territoriale" dispone di mezzi, professionalità e procedure ben codificate ed è in grado di garantire interventi diagnostico-terapeutici di emergenza, anche con la somministrazione di farmaci e di qualunque tecnica ALS (Advanced Life Support), utili alla stabilizzazione del paziente
Il "Primo Soccorso", invece, è un intervento che si esegue su un posto di lavoro, nel momento in cui si verfiica un infortunio o un malore, ma con interventi effettuati da personale senza qualifica mediche né paramediche, con una dotazione di attrezzature mediche non sostitutive di quelle disponibili nei presidi sanitari pubblici.
Il Primo Soccorso, quindi, è un fattore di complemento in una situazione infortunistica che non ha la pretesa di sotituirsi al Pronto Soccorso vero e proprio, ma si prefigge di esserne un precursore. Oltre al fatto che in Italia, l'attività di soccorso sanitario è demandata, in via esclusiva, al SNN con D.P.R. 27 marzo 1992 (art.5, c2, ndr)

LA NOMINA DELL'ADDETTO PRIMO SOCCORSO
La scelta e la successiva nomina dei lavoratori incaricati di ricoprire il ruolo di addetto primo soccorso, spettano al datore di lavoro. È un atto da svolgere valutando la natura dell'azienda, le sue dimensioni e le operazioni che vi svolgono all'interno. Da compiere in sincronia con il Medico Competente, se è presente nell'azienda o unità produttiva presa in esame.
Anche il numero degli addetti è a discrezione del datore di lavoro (la normativa non pone limitazioni in questo) che dovrà deciderne l'entità proprio in seguito all'analisi della situazione. Inutile dire che il personale che viene scelto per essere adibito a questo compito dovrebbe possedere caratteristiche fisiche e psicologiche che lo rendano adatto

I COMPITI DELL'ADDETO PRIMO SOCCORSO
Quanto sopraesposto porta a porsi una domanda: ma l'Addetto Primo Soccorso cosa deve saper fare?
 - Chiamare i soccorsi. anzitutto. Può sembrare banale, ma gli operatori delle centrali 112, spesso, faticano ad avere informazioni semplici. ma basilari, come: luogo dell'infortunio, persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc;
 - Riconoscere un'emergenza sanitaria. Fattore, questo, che implica il saper valutare velocemente la scena dell'infortunio: accertarsi delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato e mettere in pratica le tecniche di autoprotezione per garantirsi l'incolumità;
 - Attuare gli interventi di Primo Soccorso. Vale a dire garantire le funzioni vitali della persona infortunata (posizionamento del soggetto e manovre per mantenere le vie aeree sgombre, massaggio cardiaco esterno e respirazione artificiale) insieme al riconoscimento dei principali sintomi e alla conscenza dei limiti d'intervento del primo soccorso;
 - Conoscere i rischi specifici dell'attività svolta;
 - Aver acquisito conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro;
 - Possedere nozioni generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro;
 - Essere dotato della giusta dose di capacità nell'intervento pratico